Logo San Marino RTV

Eurovision: serve anche fortuna per il capodelegazione Capicchioni

7 dic 2019

E' iniziato il conto alla rovescia dell'Eurovision Song Contest 2020 e dal capodelegazione di San Marino arrivano le prime informazioni. Alessandro Capicchioni, su Repubblica.sm, spiega come il fenomeno ESC sia cambiato negli anni e abbia fatto scoprire anche San Marino, 'minuscola entità invisibile ai grandi numeri'. In attesa di scoprire qualcosa in più della partecipazione sammarinese, che lo scorso anno è arrivata 19^, un risultato storico per la piccola Repubblica, Capicchioni spiega come a Rotterdam 2020 siano iscritti solo 41 Paesi: "Un trend in ribasso - si legge - per motivi prettamente economici". L'EBU ha fissato un numero massimo di partecipanti, 43, ma soprattutto non fa sconti ai Paesi meno virtuosi. Anche San Marino, pur ben accetta, è in difetto per la mancanza di una sede adatta a ospitare, "oggi, conferma il capodelegazione, condizione necessaria per iscriversi". Insomma una partecipazione tutt'altro che scontata: "Noi abbiamo vinto per due volte a modo nostro - ricorda Alessandro Capicchioni - nel 2014 e 2019, con Valentina Monetta e Serhat. Serve accortezza ma anche fortuna", conclude. 


File allegati