Logo San Marino RTV

Ucraina: 1.372 le vittime dall'inizio dell'epidemia

La corrispondenza settimanale di Victoria Polishchuk

11 lug 2020
la corrispondenza di Victoria Polishuk
la corrispondenza di Victoria Polishuk

Ad oggi, 11 luglio, sono stati registrati in Ucraina 52.843 casi di infezione da coronavirus. 800 i contagi nelle ultime 24 ore. Circa la metà dei pazienti sono già stati ricoverati, con una media di 21 giorni in ospedale. In totale il COVID-19 ha causato la morte di 1.372 ucraini, e 43 medici sono deceduti a causa delle complicazioni. La maggior parte dei Paesi europei non ha consentito l'ingresso agli ucraini a causa della pandemia da coronavirus. In ogni caso alcuni Stati stanno aprendo gradualmente i propri confini.

Questa settimana il Montenegro ha incluso l'Ucraina nella lista “verde”, non è necessario sottoporsi a test obbligatori per il coronavirus una volta arrivati in aeroporto. Comunque, in Ucraina, il Montenegro è nella lista “rossa”. Così, dopo una vacanza in quei luoghi, i turisti ucraini devono sottoporsi ad un periodo obbligatorio di osservazione di 14 giorni a casa. Nella notte di domenica, 5 luglio, 17 ucraini che erano arrivati in Grecia da Kiev sono stati trattenuti all'aeroporto di Atene. E' stato negato loro l'ingresso nel Paese durante il controllo dei passaporti, e sono stati posizionati in un luogo di confinamento per 3 notti. Solo grazie all'intervento di diplomatici ucraini hanno potuto fare ritorno a casa senza una nota di espulsione. Durante la pandemia il Ministro agli Esteri ha chiesto agli ucraini di verificare con attenzione le condizioni di accesso in ogni Paese del Mondo.

Victoria Polishuk