Logo San Marino RTV

C'è un Tour che parte, ma è quello virtuale

5 lug 2020

Quello vero ritornerà ad emozionare e perpetrare la tradizione e nell'attesa c'è il Tour Virtuale a tenere non solo le gambe sciolte, ma anche in qualche modo a fornire spettacolo. Si corre sulla piattoforma Zwift, una startup californiana fondata da Eric Min, ex ciclista di discreto livello che ha pensato ad un modo per fare allenare specie d'inverno i suoi ex colleghi. Una bici vera collegata ad un computer tramite un software, lo scenario realistico riprodotto sullo schermo e il gioco è fatto. Il ciclismo è servito, anche senza ciclismo. La prima tappa  è stata vinta da Ryan Gibbons. Il corridore sudafricano ha battuto Mathieu, Van der Poel e Van Avermaet, staccando tutti gli altri professionisti e regalando un avvio spettacolare per il Tour de France Virtual. La seconda frazione, corsa nel pomeriggio, ha parlato francese con la vittoria di Julien Bernard con un pezzettino d'Italia rappresentata dal settimo posto di Giulio Ciccone.

Spettacolare anche la versione femminile della Gran Boucle Virtual: si sono presentate in cinque sulla linea del traguardo della seconda tappa ed il successo è andato a Lauren Stephens che ha preceduto Joscelin Lowden e la piemontese Erica Magnaldi. L'appuntamento con il Tour da salotto tornerà anche nei prossimi due weekend per completare le sei tappe in programma.