Logo San Marino RTV

Il ritiro di Vince Carter, il giocatore NBA più longevo di sempre

3 lug 2020
Vince Carter (wikipedia)
Vince Carter (wikipedia)

Al termine di questa stagione Vince Carter appenderà le scarpe al chiodo. Questa per lui è la ventiduesima stagione in NBA, nessuno ci ha giocato così a lungo. Nella stagione 1998 - 99 fu premiato rookie dell'anno. La sua esplosione avvenne nel 2000–2001, ma già dalla stagione successiva arrivarono alcuni problemi fisici alle ginocchia, che avrebbero limitato il suo rendimento per il resto della sua carriera.

È infatti stupefacente che un giocatore che già sotto i venticinque anni iniziava ad avere problemi fisici, sia diventato il giocatore NBA con più stagioni all'attivo. Significa infatti che passione e dedizione al lavoro non gli sono mai mancate. Oltre che per la sua longevità Carter è passato alla storia anche per la spettacolarità delle sue schiacciate. In questo aspetto è stato un grande innovatore, probabilmente il degno erede, nonché evoluzione, di Michael Jordan, almeno finché le sue ginocchia erano in perfette condizioni.

I suoi anni di massimo splendore e rendimento sono stati due, dal 2000 al 2002, nonostante sia rimasto una presenza fissa all'All Star fino al 2007, perché si tratta di un'esibizione adatta ai giocatori più spettacolari e lui in questo non era secondo a nessuno. La squadra dove ha maggiormente giocato e brillato è i Toronto Raptors nei suoi primi sei anni di carriera, ma ha vestito altre casacche. Purtroppo gli infortuni gli hanno impedito di essere competitivo per la vittoria di un titolo NBA, ma i fans del basket di tutte le squadre lo rimpiangeranno, perché dei giocatori spettacolari non ci si dimentica mai.

Andrea Renzi