Logo San Marino RTV

Mancini riabbraccia Vialli: "Bello averlo qui"

13 nov 2019

La qualificazione era il primo problema e Roberto Mancini alla guida della nuova Italia lo ha risolto in maniera eccellente con 2 partite di anticipo, ma gli impegni di venerdi in Bosnia e di lunedi a Palermo contro l'Armenia non saranno due amichevoli. Le partite sono importanti per migliorare il ranking Fifa ed essere inseriti tra le teste di serie delle qualificazioni al mondiale. Per la sfida di Zenica, il CT è orientato a schierare la migliore formazione, lasciando per il match contro l'Armenia eventuali esperimenti. Non è escluso ad esempio l'impiego di Acerbi e Di Lorenzo dietro, ad insidiare la linea a 4 designata a protezione di Donnarumma e formata presumibilmente da Izzo, Bonucci, Romagnoli ed Emerson. A centrocampo con Barella e Jorginho tocca a uno tra Bernardeschi e Tonali sostituire l'infortunato Verratti. In attacco ci sono Chiesa, Belotti e Insigne, ma occhio a Zaniolo e Immobile. Per Roberto Mancini è la prima con Luca Vialli nel ruolo di Team Manager. Compagni nella Sampdoria dello scudetto, nell'Under e nella Nazionale di Vicini. Il CT si commuove un po'. 

Nel servizio Roberto Mancini, Ct Nazionale