Logo San Marino RTV

Per Rimini e Cesena un derby da non sbagliare

di Roberto Chiesa
19 ott 2019
Derby Rimini-CesenaPer Rimini e Cesena un derby da non sbagliare
Per Rimini e Cesena un derby da non sbagliare

Rieccoli, 11 anni e tante disgrazie dopo, Rimini e Cesena che tornano ad affrontarsi in campionato in una gara la cui importanza trascende il concetto stesso di derby. Ci sono urgenze di classifica lato biancorosso, con i tre punti che mancano dalla prima giornata, e ci sono esigenze di autostima oltre di graduatoria da parte di un Cesena che dopo una discreta partenza si è scoperto fragile. Ognuno con le proprie caratteristiche, alla guida di squadre diverse ma con lo stesso bisogno di svoltare, Modesto e Cioffi hanno passato la settimana a riflettere e provare, anche a porte chiuse. Ancora a rischio Silvestro tra i biancorossi con Arlotti in rampa di lancio qualora non ce la facesse. In più c'è Zamparo squalificato per 2 turni che salterà oltre al Cesena anche l'Audace di Reggio. Tra i bianconeri non ci sono Russini e Franchini, in recupero ma non ancora pronti e pare possibile anche un ravvedimento con cambio di modulo e passaggio a un meno spregiudicato 3-5-2. Scricchiolano le panchine, e al di là delle smentite e della piena fiducia proclamata, c'è più di un sospetto sul fatto che chi uscirà sconfitto potrebbe anche chiudere l'avventura in Romagna. La cornice è assicurata. A Cesena polverizzati in 2 giorni i 1282 biglietti del settore ospiti, mentre a Rimini (dato di ieri sera) la biglietteria aveva staccato 615 tagliandi. Vietatissimo perde di qua e di là in una domenica nella quale anche il pareggio potrebbe non bastare e in fondo è bello così. Pareggiare un derby è viverlo a metà.