Logo San Marino RTV

Rimini-Cesena 1-1

Biancorossi con l'uomo in meno per oltre un'ora senza soffrire

di Roberto Chiesa
20 ott 2019
Rimini-Cesena 1-1Rimini-Cesena 1-1
Rimini-Cesena 1-1

Il Rimini gioca un derby, il Cesena un'amichevole. E nonostante 60 minuti con l'uomo in più i bianconeri creano praticamente zero e il Rimini che sta rintanato quando può riparte e il punto se lo merita tutto intero. Scotti vola su Borello, è uno dei pochi interventi di un portiere in questa partita, che poi il Cesena potrebbe anzi dovrebbe portare a sé. Giraudo strappa, chiede dai e vai a Butic e quando Scappi si aggrappa alla maglia crolla a terra. E' calcio di rigore e rosso per il Rimini che adesso ce l'ha tutta in salita. Anche perché Butic dal dischetto porta Cesena avanti. La superiorità non si traduce in killer instinct e i bianconeri cominciano a corricchiare, a gestire non si sa cosa. Borello alto e l'unica vera palla da chiusura ce l'ha De Feudis che si coordina bene, ma non trova nessun piedino a toccare. Dal nulla allora, Arlotti si inventa l'1-1. Ciofi sbaglia lo stop e regala palla al biancorosso che si si fa spazio e incrocia benissimo sul palo lontano.

Ripresa in 11 contro 10, ma anzichè attaccare la porta il Cesena produce una serie infinita e inutile di passaggi laterali consentendo al Rimini di difendersi con ordine senza soffrire. Anzi nella parte finale sono proprio i padroni di casa a sollecitare Agliardi con Gerardi. Di là c'è questa telefonata di Valencia a Scotti e se non finisce qui è perchè Ventola va vicino al bersaglio grosso e il Rimini si tiene stretto un punto fatto col cuore e quel poco altro che ha, il Cesena che confonde i derby con le amichevoli gioca da squadra forte, senza esserlo.