Logo San Marino RTV

Sangiustese – Cattolica San Marino 2-2

Il portiere sammarinese Simone Benedettini para un calcio di rigore a Mengoni sul risultato di 0-0

di Lorenzo Giardi
21 ott 2019
il rigore parato e un palo

Le note positive in questi 95 minuti sono diverse. Simone Benedettini conferma di essere affidabile e potrebbe aver vinto il ballottaggio con Aglietti ieri in panchina. Para un calcio di rigore sullo 0-0 e non ha colpe sui gol incassati. Le altre note positive riguardano la reazione di una squadra sotto due volte e che per due volte è riuscita a rimontare nonostante le assenze importanti di capitan Pasquini e di Rizzitelli. Il gol di Fabbri ha risposto a quello di Romano. Poi il nuovo vantaggio di Patrizi non è bastato alla Sangiustese perchè è arrivato il graffio di Som per il definitivo 2-2. Pareggio che per i giallorossi della neo Presidente Marusia Giannini va preso come un punto su cui costruire per ripartire. Questo il segno 'più'. Poi tutta una serie di segni 'meno'. Cascione, 3 punti in 8 giornate, nessuna vittoria, è un miracolato con la proprietà Mancini. L'ex Presidente ci aveva abituato a stravolgimenti per molto meno. E' evidente che l'ex centrocampista di Rimini-Cesena e Santarcangelo gode di massima fiducia nonostante i pessimi risultati. Il Cattolica SM, la scorsa stagione solo San Marino, si è salvato all'ultima giornata contro il Pavia e resta quella l'ultima vittoria prima del mix. La paura non è servita e si procede, stando ai risultati, con un'altra stagione di grande sofferenza. Finisse oggi il campionato il Cattolica SM sarebbe in Eccellenza. Il regolamento è chiaro: le ultime due retrocedono, le altre 4 fanno i play out con la regola dei punti di distacco. Se ce ne sono più di 8 non si disputano gli spareggi per non retrocedere. Domenica 27 il calendario propone Cattolica SM – Fiuggi, gli avversari sono a quota 8 dopo la roboante vittoria di ieri 6-0 con il Giulianova. Il terribile biglietto da visita non può spaventare una squadra assetata di punti come quella giallorossa. Un ulteriore passo falso potrebbe far tornare il prurito alla proprietà.

Sentiamo l'allenatore Emmanuel Cascione, allenatore Cattolica SM