Logo San Marino RTV

Segretario Ciavatta: "Allarmismi ingiustificati. Nessun rientro dalla Cina, chi torna seguirà le procedure"

Nel servizio, l'intervista al Segretario di Stato alla Sanità

di Mauro Torresi
11 feb 2020
sentiamo Roberto Ciavatta
sentiamo Roberto Ciavatta

Apprensione, domande, richieste di informazioni: tanti i dubbi dei cittadini sul coronavirus. In una giornata ricca di incontri tra le diverse istituzioni che si occupano delle emergenze sanitarie arrivano le dichiarazioni del segretario di Stato alla Sanità, Roberto Ciavatta, che in qualche modo rassicura sulle procedure che San Marino attuerà per seguire le persone di ritorno dalla Cina e trattare un eventuale contagio, a partire dai protocolli. "Sono quelli dell'Oms - spiega - e sono completamente applicati sul Titano".  

Ciavatta parla di tre persone che dovrebbero rientrare in Repubblica dal Paese asiatico e con i quali le istituzioni sono in contatto e di un allarmismo ingiustificato. Attivo, poi, il dialogo "con le strutture italiane - afferma il responsabile della Sanità -. Abbiamo attivato delle procedure addirittura più stringenti rispetto a quelle italiane". E' stretto anche il rapporto con il reparto Malattie Infettive di Rimini, in caso di contagi. 

In mattinata, riunione del Gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie. Il rischio di diffusione sul nostro territorio resta, al momento, “basso”, fa sapere l'Iss. Nessuno dei cittadini di rientro, aggiunge, proviene “dalle zone rosse” cinesi. Già attiva la comunicazione tra i viaggiatori e la Direzione Cure primarie. Nel pomeriggio si è svolto un secondo incontro di coordinamento con il personale sanitario per approfondire procedure ed eventuali misure di intervento.