Logo San Marino RTV

Coronavirus: in Francia il primo decesso al di fuori del continente asiatico

E' salito a 1.527 il numero delle vittime dell'epidemia; 67.097 i contagiati.

15 feb 2020

Non ci sta, Pechino, ad essere messa all'indice. “Le accuse alla Cina sono bugie”. Ha tuonato il Ministro degli Esteri Wang Yi. Che ha precisato come il tasso di mortalità del coronavirus sia del 2,29% nel proprio Paese, e dello 0,55% all'estero. “Questo – ha aggiunto, intervenendo alla conferenza sulla sicurezza di Monaco - dimostra che la malattia è curabile”. Dito puntato allora contro gli Stati Uniti, accusati di non accettare “il successo di un Paese socialista”. Nel frattempo, tuttavia, il COVID-19, colpisce anche in Europa. E' avvenuto in Francia, il primo decesso da coronavirus, registrato al di fuori del continente asiatico. Si tratta – è stato precisato – di un turista cinese di 80 anni, arrivato da Hubei il 5 gennaio e ricoverato in isolamento il 25. Le sue condizioni si erano aggravate velocemente. 139, ieri, le persone morte nella Provincia cinese focolaio dell'epidemia. Sei i medici deceduti a Wuhan. Primo caso rilevato anche in Africa. Il governo americano, intanto, ha deciso di evacuare i suoi cittadini in quarantena da giorni sulla Diamond Princess: la nave da crociera bloccata nella baia di Yokohama, in Giappone, sulla quale si registrano altri 67 casi. Lo sbarco di tutti i passeggeri è stato posticipato al 21 febbraio. Intanto Niccolò - il 17enne di Grado bloccato a Wuhan per due volte a causa della febbre - è giunto in Italia. Dopo essere atterrato a Pratica di Mare su un volo militare, è stato trasportato allo Spallanzani dove trascorrerà il periodo di quarantena e dove è stato sottoposto a nuovi test.