Logo San Marino RTV

La corrispondenza dall'Ucraina di Victoria Polishchuk

25 gen 2020

In una recente intervista con un canale televisivo israeliano, il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky non ha detto che la Russia è un aggressore ma ha solo affermato che il conflitto nel Donbass non può essere risolto senza la restituzione dei territori, mentre i miliziani dovrebbero essere puniti. Una comunicazione diretta con Putin e i suoi rappresentanti si sta effettivamente svolgendo ma solo su questioni relative al processo di Minsk. Tuttavia, né il Donbass né la Crimea sono stati temi chiave trattati dalla delegazione ucraina al Forum economico di Davos con i leader di Stati e governi, rappresentanti di organizzazioni internazionali e uomini d'affari. Durante il suo discorso, il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky ha assicurato che ha un nuovo programma per gli investitori, che sarà chiamato "baby sitter di investimento". Oggi in Ucraina 500 imprese sono pronte per la privatizzazione. Ogni grande azienda, che porterà oltre 100 milioni di dollari all'Ucraina, riceverà un contratto separato con lo stato. Zelensky ha sottolineato che per i primi due anni, tutti gli investitori che investono più di 10 milioni in imprese ucraine riceveranno “vacanze fiscali”. Saranno inoltre esenti dall'imposta sul reddito per un massimo di 5 anni. Per quattro giorni consecutivi, i militanti hanno ostacolato il lavoro delle pattuglie dell'OSCE nel Donbass occupato, nascondendo le loro attività in violazione dell'accordo di Minsk. Ogni giorno, provocano le forze armate ucraine a determinare il punto delle loro posizioni.

Dall'Ucraina Victoria Polishchuk