Logo San Marino RTV

Libera sul decreto: "Chiediamo chiarimenti sul tema della mobilità transfrontaliera"

17 mag 2020
Libera sul decreto: "Chiediamo chiarimenti sul tema della mobilità transfrontaliera"

Sull'ultimo decreto arrivano le considerazioni di Libera, che rileva il ritardo nelle modifiche ai protocolli di sicurezza senza nessun tipo di supporto da parte dello Stato e propone di concedere almeno credito di imposta per gli acquisti fatti per sanificazione e dispositivi di protezione. Si dice soddisfatta Libera per il passo indietro fatto su alcuni errori, ma rileva incongruenze: “con l’articolo 9 – si legge- chi vuole lavorare deve avere fatto giustamente l'esame sierologico ma viene disincentivato a farlo privatamente e deve aspettare invece quello dell’Iss con annessi e connessi”. Sul tema della mobilità transfrontaliera "ci chiediamo, così come tanti nostri concittadini, se valga anche per San Marino il principio della reciprocità per quanto attiene agli spostamenti fuori territorio, e anche alla possibilità di fare acquisti per esempio, visto che in Italia da lunedì gli spostamenti dentro la Regione sono liberi da specifiche restrizioni compreso il nostro territorio". “Infine l’articolo 4 ci lascia davvero molto perplessi e rischia di diventare molto pericoloso anche in prospettiva. Infatti sancisce la proprietà dell’ISS di tutti i dati epidemiologici e della loro elaborazione e “per garantirne omogeneità e ufficialità". Questo rischia di dare adito ad interpretazioni potenzialmente lesive della libertà di stampa, di espressione e di critica. “Come già sostenuto dalla Consulta per l’Informazione, chiediamo di capire l’ambito applicativo della norma onde evitare spiacevolissime sorprese che sarebbero indegne per questo Governo, poco incline all’ascolto e alla critica”.

Il comunicato integrale