Logo San Marino RTV

Pioli: "Già da gennaio qualcosa era cambiato. Voglio questa mentalità il prossimo anno"

L'allenatore blucerchiato, invece, si lamenta dei pochi giorni di riposo

di Valerio Sforna
30 lug 2020

Il Diavolo non si ferma! Quello del post lockdown è il più brutale e spietato di sempre: 8 vittorie in 11 partite di Serie A. 27 punti su 33 conquistati. Lazio, Roma, Juve, Sassuolo, Atalanta, Napoli: nessuno ha fermato il Milan. Neanche la Sampdoria che ieri sera, in uno dei match delle 19.30 della 37esima giornata, a Marassi, è stata asfaltata con un sonoro 4 a 1.

Mattatore di serata Zlatan Ibrahimovic con una doppietta e un assist. Il 38enne svedese nel post partita ha rivelato il suo elisir di lunga vita: "Sono come Benjamin Button, più vado avanti e più ringiovanisco. Finora mi sono solo scaldato". 9 i gol stagionali per il bomber rossonero, che ha aggiunto un altro prezioso record alla sua bacheca: è l'unico ad aver segnato 50 reti sia col Milan che con l'Inter. 

Nel post partita il tecnico del Milan, Stefano Pioli, gongola: "Siamo squadra, questo è il mio Milan". Quando gli chiedono del mercato per la prossima stagione Pioli è tranquillo: "Bastano pochi ritocchi, quello che importa è la mentalità". 

L'allenatore blucerchiato, Claudio Ranieri, non ci sta a fare da vittima sacrificale e lancia un messaggio: "Ho un altro anno di contratto, ma non devo farlo per forza". Il tecnico romano poi chiarisce: "So che non posso pretendere i grandi campioni, ma questa rosa può essere puntellata". 

Nelle altre partite il Lecce ha battuto in rimonta 2-1 l'Udinese e crede ancora alla salvezza, vista la sconfitta del Genoa, per 5 a 0, contro il Sassuolo. Vittoria contro il Brescia per la Lazio (2 a 0), ancora in corsa per il secondo posto, e per il Verona contro la Spal (3 a 0). La Juventus, ormai certa dello scudetto, è stata battuta dal Cagliari 2 a 0, mentre la Roma ha vinto con il Torino 3 a 2 e la Fiorentina ha superato 4 a 0 il Bologna nel derby dell'Appennino.