Logo San Marino RTV

FSGC: Tre Fiori in Champions, Tre Penne e Folgore in Europa League

Non c'è ancora l'ufficialità ma l'orientamento è chiaro. Saranno le prime 3 del Q1 a rappresentare San Marino nelle Coppe Europee

19 mag 2020
FSGC: Tre Fiori in Champions, Tre Penne e Folgore in Europa League

Il comunicato della FSGC arrivato in mattinata, a seguito del Consiglio Federale di ieri sera, annienta i dubbi e li trasforma in certezze. Il decreto non apre agli allenamenti di gruppo e quindi è ormai certo che il campionato sammarinese non riprenderà, anche se ancora non è stata ufficializzata la chiusura. Intanto, anche per questioni di tempistiche vanno individuate le tre squadre che parteciperanno alle Coppe Europee. Il principio adottato è quello della coerenza e dunque nessun ripensamento da parte del CF rispetto all'orientamento preso una settimana fa nell'assemblea federale. Seguendo le direttive Uefa, verranno valorizzati i meriti sportivi, la scelta cade sulle prime 3 del Q1.   

"Il particolare format del campionato sammarinese", si legge nel comunicato, "condiviso e apprezzato da Nyon quale strumento utile a prevenire distorsioni quali combine o match-fixing, prevede due fasi distinte di regular season. Al termine della prima avviene una prima scrematura, tra le migliori otto - risultati alla mano - e le restanti sette, che in condizioni normali resterebbero in corsa giocandosi due piazzamenti play-off all’interno del Q2". Partendo da questo assunto e dalla qualifica delle prime quattro del Q1 quali teste di serie di un’eventuale post season, appare evidente che in questo raggruppamento debbano essere individuate - ad oggi - le formazioni che abbiano ottenuto i risultati migliori, valorizzandone i meriti sportivi stagionali. In tal caso, ribadiamo, si tratterebbe di Tre Fiori, Tre Penne e Folgore.

"Non vengono in questo caso prese in considerazione -continua il comunicato- le candidature delle formazioni del Q2 in quanto occuperebbero di fatto la settima ed ottava posizione nel tabellone dei play-off. Ancor meno utile risulterebbe essere l’ipotesi di un sorteggio, strada evidentemente non percorribile ai fini della valorizzazione dei meriti sportivi. È utile ricordare come queste scelte non siano operative, in quanto attualmente non è stata ancora presa alcuna scelta definitiva dalle autorità competenti circa l’eventuale ripresa dell’attività e degli allenamenti collettivi in tempi utili alla conclusione delle competizioni nazionali".