Logo San Marino RTV

Conto Mazzini, si apre la terza udienza d'appello

Le difese puntano all'annullamento della sentenza di primo grado. Contrario il PF: "nessun piano preordinato".

11 ott 2020
Conto Mazzini, si apre la terza udienza d'appello

Domani terza udienza del processo Conto Mazzini: si terrà come le precedenti al Concordia di Borgo Maggiore. Il Giudice Caprioli, una volta sentita anche la parte civile, dovrà decidere sulla richiesta delle 16 difese, di acquisire i verbali del Consiglio Giudiziario Plenario del 17 dicembre 2017 ed anche di altri Consigli Giudiziari Plenari e Commissioni Affari di Giustizia, risalenti al periodo a cavallo tra il 2017 e il 2018. Secondo le difese, se gli stralci pubblicati fossero autentici, il rinvio a giudizio e la sentenza di primo grado del “Conto Mazzini” dovrebbero essere annullati perché, a loro dire, emerge una gestione collegiale del processo tra inquirente, giudicante e magistrato dirigente dell'epoca. Il Procuratore del Fisco Cesarini non si è opposto all'acquisizione dei verbali ma ha fatto notare che non c'è nulla di scandaloso se tra magistrati ci si confronta su questioni pratiche come la ricerca di un documento.

Per il Pf non c'era nessun piano preordinato ma solo la volontà di far procedere le indagini ed arrivare ad una sentenza di primo grado. Il giudice Caprioli dovrà decidere anche sulla richiesta di acquisizione del decreto di archiviazione per Gabriele Gatti e Clelio Galassi, dall'accusa di riciclaggio. L'atto, a parere delle difese, dovrebbe far cadere l'accusa di riciclaggio anche nei confronti degli imputati per lo stesso reato, nel “Conto Mazzini”. Per PF e Parte Civile si tratta invece di un atto irrilevante che non può incidere nel procedimento in corso.