Logo San Marino RTV

L'estate sammarinese, trainata dai grandi eventi, ottiene risultati positivi in termini di presenze. Agosto da sold out

Pedini Amati: “Siamo usciti dall’emergenza a testa alta, dati e progetti ci fanno ben sperare”

25 set 2020
L'estate sammarinese, trainata dai grandi eventi, ottiene risultati positivi in termini di presenze. Agosto da sold out
L'estate sammarinese, trainata dai grandi eventi, ottiene risultati positivi in termini di presenze. Agosto da sold out

Tempo di bilanci per la stagione turistica estiva appena conclusa, in un anno pesantemente condizionato dagli effetti dell'emergenza sanitaria: per 100 giorni di lockdown, 100 eventi già in programma cancellati. Alla fine oltre 80 quelli realizzati - a tempo di record e con successo - in 103 giorni, dal 16 giugno ad oggi. Al saldo negativo di luglio, il mese che ha segnato la vera ripartenza seppur rallentata, ha fatto da contraltare un agosto da sold out in termini di presenze proprio durante le numerose iniziative. Intrattenimento a 360 gradi per la maggior parte concentrato in centro storico, tornato ad essere meta prediletta anche degli stessi sammarinesi: tradizione, musica, spettacolo, cultura, sport, enogastronomia, rievocazioni fino alle rassegne come Copertina ed Ace Jazz Festival, azzeccate per spessore ed indice di gradimento; accanto i fiori all'occhiello San Marino Comics, Smiaf, Musica & Motori, Visionnaire, capaci di richiamare flussi imponenti di visitatori, posto l'obbligo di capienza limitata. Un risultato ancor più positivo in considerazione della drastica riduzione di viaggiatori stranieri per via delle limitazioni negli spostamenti (segmento che per San Marino rappresentava negli anni scorsi il 40%) e i mancati arrivi in pullman (equivalenti a 450mila turisti all'anno).

Impegno su più fronti che si traduce nei macroprogetti TTT, Parkit, turismo outdoor, religioso e matrimoniale su cui si investirà ancor di più di qui in avanti. Tornando ai numeri dell'estate, dati negativi ma non drammatici: se luglio segna rosso agosto tiene bene (registrate 30mila presenze contro le 36mila del 2019). L'offerta di intrattenimento in fascia serale ha segnato la differenza.

Ora la nuova stagione da allestire: ottobre all'insegna degli eventi sportivi - Mille miglia, RallyLegend e Giro-E; e poi il progetto di due feste prettamente dedicate al pubblico giovane: una ad Halloween e l'altra a Capodanno; in mezzo l'immancabile Natale delle Meraviglie. Sullo sfondo un 2021 tutto da disegnare ma con netto anticipo: molte le novità, il ritorno delle Giornate Medievali e a maggio già rifissato il Raduno degli Alpini.

Nel servizio le interviste a Federico Pedini Amati, Segretario di Stato per il Turismo e  Nicoletta Corbelli, Direttore Ufficio del Turismo.