Logo San Marino RTV

Cervia: 25enne falciato in bicicletta e lasciato morire in strada nella notte. Il corpo del giovane scoperto solo all'alba da un passante

Arrestata una ragazza di 28 anni del posto. Dai primi test, riferisce la stampa locale, è risultata positiva all'alcool e ai cannabinoidi

11 ago 2019
Nel tondino, Stefano Baldisserra

Agghiacciante, non può essere definito altrimenti quanto avvenuto nel cuore della notte lungo Via Malva Sud, a Cervia. Un ragazzo di 25 anni – Stefano Baldisserra -, stava pedalando verso casa; quando era ormai a pochi metri dalla propria abitazione, è stato centrato in pieno da una utilitaria, che sopraggiungeva alle sue spalle. Un urto violentissimo. Il giovane è stato sbalzato sull'asfalto; mentre l'automobile avrebbe proseguito la sua corsa per alcune centinaia di metri con la bici incastrata nella parte sottostante. Chi era al volante, a quel punto, si sarebbe fermato; avrebbe rimosso la due ruote, gettata al lato della strada; e sarebbe infine ripartito, lasciando il 25enne – forse agonizzante – sul luogo del sinistro. Il corpo del ragazzo è stato notato solo all'alba, da un passante, che a quanto pare si era insospettito vedendo la bicicletta abbandonata. Inutile l'intervento dei mezzi del 118; i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del giovane. Immediatamente sono scattate le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Cervia, che avrebbero ascoltato diverse persone, ed analizzato le tracce sull'asfalto. Decisive, forse, le immagini delle telecamere a circuito chiuso; il 25enne è stato infatti investito nei pressi di un passaggio a livello ferroviario. Si è iniziato allora a cercare una 500 rossa; e dopo poche ore è stata fermata una 28enne del posto. Sarebbe stata lei alla guida dell'auto pirata. Dai primi test, riferisce la stampa locale, è risultata positiva all'alcool e ai cannabinoidi. La ragazza – scrive l'ANSA – è stata arrestata. Dovrà rispondere di omicidio stradale, omissione di soccorso e fuga da incidente con vittima. Grande dolore, intanto, nella piccola comunità cervese, per la morte di Stefano Baldisserra: “Baldo”, per i tanti suoi amici. Il giovane, originario di Rimini, era molto conosciuto, in zona, anche per la sua passione per il calcio. Da qualche tempo militava tra le fila della Polisportiva 2000 di Cervia, nel ruolo di portiere.