Logo San Marino RTV

Rapporto più forte fra Gran Bretagna e San Marino: primo incontro fra rispettive Commissioni Esteri

Al via a Westminster l'All-Party Parliamentary Group su San Marino. Consolato Onorario al lavoro per accordi bilaterali su istruzione, mobilità, doppie imposizioni e protezione investimenti

di Monica Fabbri
1 lug 2020
Rapporto più forte fra Gran Bretagna e San Marino: primo incontro fra rispettive Commissioni Esteri

Si rafforzano le relazioni bilaterali tra Gran Bretagna e San Marino. Le Commissioni Permanenti Affari Esteri dei rispettivi Parlamenti si sono incontrate qualche giorno fa per la prima volta. Un confronto virtuale fra i due Presidenti Tom Tugendhat e Paolo Rondelli, alla presenza anche del Console Onorario di San Marino presso il Regno Unito Maurizio Bragagni e di Andrew Rosindell, membro della Commissione Esteri inglese e dell’All-Party Parliamentary Group su San Marino, avviato formalmente oggi. Le relazioni tra la più antica democrazia monarchica al mondo e la più antica democrazia repubblicana sono da sempre strette. Dai partecipanti profonda vicinanza per le vittime del Covid e la consapevolezza che siano necessarie solidarietà e cooperazione mondiale per sconfiggere il virus ed assicurare la ripresa economica. Condivisa, poi, una visione comune: l’esigenza di intensificare la cooperazione bilaterale multidisciplinare tra Regno Unito e San Marino. Il lancio oggi a Westminster del gruppo parlamentare interpartitico su San Marino è un evento – si legge in un comunicato congiunto - "di particolare rilevanza nella storia delle relazioni diplomatiche di entrambi i Paesi ed un solido punto di partenza per dare slancio ai rapporti esistenti". Al Consolato Onorario di San Marino a Londra il compito di guidare il futuro lavoro per il raggiungimento di accordi bilaterali sulla promozione dell’istruzione e la mobilità dei giovani, contro le doppie imposizioni e sulla protezione degli investimenti. Infine, un invito reciproco: visitare i rispettivi Parlamenti