Logo San Marino RTV

San Marino in prima linea contro gli sprechi. Beccari "C'è bisogno di un forte spirito di solidarietà"

In cooperazione con la Missione permanente di San Marino e la Missione permanente del Principato di Andorra presso le Nazioni Unite

30 lug 2020
San Marino in prima linea contro gli sprechi. Beccari "C'è bisogno di un forte spirito di solidarietà"

San Marino impegnata contro gli sprechi. Lo ha ribadito Il Segretario agli Esteri, Luca Beccari, durante l’evento online di lancio sperimentale della “Piattaforma tecnica sulla misurazione e la riduzione della perdita e dello spreco alimentare”, organizzato dalla FAO.

La Piattaforma, che consolida il lavoro della FAO compiuto insieme a vari partner, in particolare il Food Policy Research Institute (IFPRI), il G20 e la Direzione dello sviluppo e della cooperazione svizzera, si presenta come una risorsa web dinamica di condivisione delle conoscenze sulle politiche, le buone pratiche e la misurazione e la riduzione della perdita di cibo e degli sprechi alimentari, oltre a contenere e a diffondere modelli di successo a livello globale che coinvolgono tecnologie e approcci innovativi. In vista del 29 settembre 2020, Giornata Internazionale di Consapevolezza sulle Perdite e gli Sprechi Alimentari.


Promossa da San Marino e Andorra e approvata dalla 74a sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, si colloca a sua volta tra i progetti legati al conseguimento degli obiettivi dell'Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile.

“Oltre alle ragioni pratiche e funzionali della Piattaforma – ha detto nel suo intervento Beccari - credo che oggi sia essenziale continuare a sensibilizzare l'opinione pubblica sullo spreco alimentare, anche nel corso di una crisi sanitaria globale. Ci sono molti Paesi che sono stati duramente colpiti dal covid-19 e che stanno lottando contro le conseguenze negative, sia socioeconomiche che umanitarie, di questa pandemia. Siamo uniti in questo momento difficile e impegnativo. Ciò di cui abbiamo bisogno ora è un forte spirito di solidarietà, di amicizia tra le Nazioni e, lasciatemelo dire, di un'ONU molto forte. Infatti la pandemia ha portato a sfide significative che si traducono in un rischio per la sicurezza alimentare e la nutrizione in molti paesi”.