Logo San Marino RTV

Sacco: "Dipende da noi, ho chiesto ai giocatori di essere uomini"

Domani alle 16.30, alla Vitrifrigo Arena, il debutto contro Milano

7 dic 2019

Per Giancarlo Sacco è il secondo ritorno dopo le esperienze degli anni '80 e di fine anni '90, ma di ritorno non vuol sentir parlare. Lui che è di Pesaro, ha portato la VL nel cuore in ogni suoi esperienza ed è sempre rimasto un tutt'uno con l'ambiente biancorosso. Una risorsa interna praticamente, che poi pare un po' la ragione per cui si è puntato su di lui. 18 anni dopo la Serie A gli dà il benvenuto opponendogli una Milano incerottata e con 5 sconfitte nelle ultime 8 tra Eurolega e campionato, quattro delle quali arrivate in coppa. In Italia il ruolino resta positivo, ma al di là di ciò la formazione meneghina pare comunque troppo per una VL senza vittorie e con un media di 95 punti incassati a partita. Uno scenario non certo modificabile in tre giorni di allenamento, motivo per cui Sacco, per ora, s'appella all'orgoglio dei giocatori.

L'unica cosa che gli ho chiesto – dice Sacco – è di dimostrarmi di essere degli uomini. Punto. Il resto si può sistemare, ma senza gli uomini non si gioca a pallacanestro. Domani giochiamo contro una corazzata disumana, quindi vedremo quanto siamo uomini. È la cosa a cui tengo di più, è ciò che ho chiesto ed è ciò che posso pretendere nell'immediato, non posso pretendere di modificare chissà che cosa. Chiedo un comportamento, un atteggiamento che dia l'idea di quanto questi ragazzi vogliano vincere le partite, salvare la stagione e avere una carriera importante. Il campionato è lungo, gli scontri diretti ci sono, dipende da noi”.