Logo San Marino RTV

In Austria parte la F1: Hamilton a caccia del record di Schumi

L'inglese ha già vinto sei mondiali e quest'anno potrebbe raggiungere l'ex ferrarista in cima alla classifica all time

2 lug 2020
In Austria parte la F1: Hamilton a caccia del record di Schumi
In Austria parte la F1: Hamilton a caccia del record di Schumi

Più che Mondiale al momento si dovrebbe parlare di Europeo, intanto comunque parte e per ora va bene così. Finalmente la Formula1, al via col primo dei due Gran Premi del Red Bull Ring di Spielberg. Questo weekend sarà GP d'Austria, tra una settimana GP di Stiria. Poi l'Ungheria, un'altra doppietta a Silverstone – GP di Gran Bretagna e GP del 70° Anniversario del Mondiale – e dopo Spagna, Belgio e Italia. Quello di Monza del 6 settembre è, al momento, l'ultima appuntamento già ufficializzato, ma in lizza ce ne sono tanti altri. Tra questi il Mugello, che da giorni aspetta una fumata bianca sempre sull'uscio, e che a breve dovrebbe arrivare davvero.

Si parte da una delle vette del circus, perché coi suoi 660 metri sul livello del mare il circuito della Stiria è, al momento, l'Everest del calendario. Una caratteristica favorevole alla Red Bull, che non a caso mette la firma al tracciato. Del tutto superfluo sottolineare come l'uomo da battere sia Lewis Hamilton, che ha messo la firma su 5 dei 6 titoli consecutivi della Mercedes. Sempre campione da tre edizioni, l'inglese quest'anno punta dritto alla storia: sarebbe il 7° alloro iridato, traguardo raggiunto solo da Michael Schumacher. A provare a tenerlo lontano dal record saranno il compagno di squadra Valtteri Bottas e soprattutto i due giovani rampanti in cerca di consacrazione, Max Verstappen – alfiere della Red Bull – e Charles Leclerc, oramai prima guida ufficiale della Ferrari. E poi c'è sempre la variabile impazzita Sebastian Vettel, all'ultimo giro in Rossa – dopodiché farà posto a Carlos Sainz – e in cerca di riscatto dopo questi anni in sordina. Che in fondo è lo status della stessa Ferrari, che vive dei ricordi del successo di Raikkonen del 2007. Al solito, il cavallino rampante cerca la stagione del rilancio, anche se gli ultimi test del Montmelò non sono il migliore dei biglietti da visita.