Logo San Marino RTV

Coronavirus, nuovo focolaio in un'azienda logistica. Intanto Conte annuncia "possibile proseguire lo stato di emergenza"

Scoperti alla Tnt di Bologna 18 positivi, tutti asintomatici

10 lug 2020
Coronavirus, nuovo focolaio in un'azienda logistica. Intanto Conte annuncia "possibile proseguire lo stato di emergenza"

"Ragionevolmente ci sono le condizioni per proseguire lo stato di emergenza per il coronavirus dopo il 31 luglio" a dirlo è il premier Giuseppe Conte, al termine della cerimonia generale del Mose. "Lo stato di emergenza - ha precisato - serve per tenere sotto controllo il virus. Non è stato ancora deciso tutto, ma ragionevolmente si andrà in questa direzione".

L'annuncio arriva nel giorno della notizia del ritrovamento di un altro focolaio in un settore logistico a Bologna. Dopo il caso della Bartolini, dove 140 dipendenti erano risultati positivi al coronavirus, si sono scoperti nuovi 18 positivi, tutti dipendenti dell'azienda Tnt. A darne la notizia l’edizione bolognese di Repubblica.

Il focolaio è stato scoperto perché due lavoratori, della sede della Tnt di via della Salute, erano risultati positivi. È partito così il tracciamento dei contatti. Secondo quanto riporta il quotidiano, i pazienti sono tutti asintomatici.

Sono ancora in corso test sugli altri lavoratori. Tra mercoledì e giovedì sono stati effettuati tamponi a 220 dipendenti

L'azienda, riporta Repubblica, spiega che "sono state immediatamente attivate tutte le misure previste dalla normativa di legge e dai protocolli di sicurezza adottati dalla nostra società per la tutela della salute e la limitazione della diffusione del contagio".   

Il sindacato Si-Cobas - riferisce l’Ansa - chiede la chiusura del magazzino, perché i positivi sarebbero di più.