Logo San Marino RTV

Matteo Renzi lascia il Pd, ma garantisce "pieno sostegno" al Governo

17 set 2019
Matteo Renzi e Nicola Zingaretti, foto Ansa
Matteo Renzi e Nicola Zingaretti, foto Ansa

Matteo Renzi lascia il Pd. Con una accelerazione potente l'ex premier ha deciso di stringere i tempi. E lo ha fatto formalmente attraverso una telefonata serale al premier Giuseppe Conte nella quale gli ha garantito "il pieno sostegno" del gruppo che nascerà nei prossimi giorni. Il suo nuovo movimento, che affiancherà i comitati civici di 'Ritorno al futuro', nascerà sia in Parlamento con un gruppo autonomo alla Camera e una componente nel misto al Senato, sia al governo con 2 ministri, Bellanova e Bonetti, e 2 sottosegretari, Ascani e Scalfarotto. "Ho deciso di lasciare il Pd - scrive Renzi su Facebook -  e di costruire insieme ad altri una Casa nuova per fare politica in modo diverso. Dopo sette anni di fuoco amico penso si debba prendere atto che i nostri valori, le nostre idee, i nostri sogni non possono essere tutti i giorni oggetto di litigi interni".

Dario Franceschini manifesta senza peli sulla lingua lo sconcerto Dem per una mossa giudicata rischiosissima. Tanto da evocare i tempi bui del ventennio: "Nel 1921-22 il fascismo cresceva sempre più, utilizzando rabbia e paure. Popolari, socialisti, liberali avevano la maggioranza in Parlamento e fecero nascere i governi Bonomi, poi Facta 1 poi Facta 2. La litigiosità e le divisioni dentro i partiti li resero deboli sino a far trionfare Mussolini nell'ottobre 1922. La storia dovrebbe insegnarci a non ripetere gli errori". Da parte sua Nicola Zingaretti commenta su twitter: "Ci dispiace. Un errore. Ma ora pensiamo al futuro degli italiani, lavoro, ambiente, imprese, scuola, investimenti. Una nuova agenda e il bisogno di ricostruire una speranza con il buon governo e un nuovo PD".

"Prima incassa posti e ministeri, poi fonda un "nuovo" partito per combattere Salvini - scrive su twitter il leader della Lega - Che pena, cosa non si fa per salvare la poltrona... Il tempo è galantuomo, gli Italiani puniranno questi venduti".


Matteo Renzi su facebook

Nicola Zingaretti su twitter