Logo San Marino RTV

Il Cesena vince la battaglia del Barbetti

Partita durissima in casa del Gubbio che finisce in 9 uomini. Decidono la sfida Butic su rigore e Russini.

18 nov 2019
Gubbio-Cesena
Gubbio-Cesena

Due espulsi, un calcio di rigore e undici calciatori ammoniti. Se non è un bollettino di guerra poco ci manca. Di certo la direzione di gara del sig. Stefano Nicolini di Brescia ha lasciato più di una perplessità.

Le prime proteste dopo appena un minuto, contatto in area tra Maddaloni e Cesaretti, non ravvisato dal direttore di gara.  Dalla parte opposta, Bacchetti trattiene Butic e l'arbitro assegna il calcio di rigore, tra le vibranti proteste dei giocatori rossoblu. Dal dischetto, lo stesso Butic per il vantaggio del Cesena. La gara è nervosa e il terreno di gioco scivoloso non aiuta. Cesaretti cosi su Brunetti, inevitabile il cartellino giallo. Una manciata di minuti, Cesaretti va giù dopo un lieve contatto con De Feudis. Per il direttore di gara si tratta di simulazione, secondo giallo e Gubbio in dieci uomini. Nonostante l'inferiorità numerica, la squadra di Torrente reagisce. Ad inizio ripresa, Sbaffo si coordina ma non trova la posta di Marson. Dentro Sorrentino che è bravo a liberarsi in area ma il suo diagonale si perde fuori di un nulla. L'occasione più nitida se la crea con caparbietà Manconi, gran destro e grande risposta di Marcon. Nel finale, Sarao in contropiede salta il portiere Ravaglia ma si divora il 2 a 0. Raddoppio che arriva poco dopo con la bella iniziativa di Franchini per il tocco ravvicinato di Russini. Nel recupero, padroni di casa addirittura in 9 per il rosso a Malacarri dopo questa entrata su Sarao.