Logo San Marino RTV

Primo punto casalingo per il Cattolica SM: 1-1 col Campobasso

Al 6° un errore di Aglietti spiana la strada ai molisani, che però tirano i remi in barca e nel finale incassano il pari, in tacco, di Rizzitelli.

di Riccardo Marchetti
10 nov 2019
Primo punto casalingo per il Cattolica SM: 1-1 col Campobasso
Primo punto casalingo per il Cattolica SM: 1-1 col Campobasso

Per il Cattolica SM la prima vittoria resta un miraggio, se non altro però la visita del Campobasso porta il primo punto interno della stagione. Merito dei cambi di Cascione che la raddrizza con gli ingressi di Gasperoni e Rizzitelli, autori di assist e tacco a rete di un meritato 1-1. Comunque non abbastanza per migliorare la classifica, perché l’Avezzano vince a Porto Sant’Elpidio, scavalca il Tolentino e fa salire a 6 i punti che separano playout ed SM. Che si fa male da solo già al 6°: sull’innocente lancione di Menna, Aglietti s’incarta nell’uscita su Musetti, che recupera – forse con fallo – e ricicla per il piatto al volo in rete di Cogliati.

Portieri e papere anche di là, con Natale che manca la presa sul cross di Pasquini e quasi la serve a Cisse, salvo poi redimersi. Sintomo di un Campobasso che anziché cercare di uccidere il match si schiaccia a difesa del gol, lasciando campo al Cattolica. Campo ma non spazio, perché il difendere rossoblu è compatto e aggressivo fin dagli attaccanti e i giallorossi, attivi soprattutto in fascia, occasioni effettive non ne producono. Sul traversone di Fabbri, Merlonghi stacca in libertà senza inquadrare lo specchio, mentre sull'imbucata di Barellini c'è Menna a impedire che Cisse possa far danni. Cattolica sterile e a rischio beffa in chiusura di frazione, con Guarino che quasi si suicida e poi rimedia sull'accorrente Musetti.

Con la ripresa l’andazzo non cambia: il Campobasso sta raccolto e si vede giusto quando Cogliati cerca il bis da fuori, con Aglietti ad alzare in angolo. Il resto è quasi solo Cattolica, che come nei 45' iniziali s'affida in toto ai traversoni. Molto attivo Gasperoni, entrato determinato e frizzante: l'intercetto di Menna gli impedisce di mandare in porta Gaiola, al giro dopo invece serve Rizzitelli che affonda il tacco e capitalizza al massimo l'unica, vera occasione giallorossa, regalando al Calbi il suo primo punticino.