Logo San Marino RTV

Capitani Reggenti: nel messaggio di fine anno un appello alla responsabilità e alla coesione

Dai Capi di Stato Luca Boschi e Mariella Mularoni anche massima attenzione ai giovani e a chi si trova in condizioni di fragilità

31 dic 2020
Il discorso di fine anno
Il discorso di fine anno

E' un augurio affettuoso a tutti i sammarinesi in Patria e all'Estero, quello dei Capi di Stato. E come da tradizione, nel messaggio del 31 dicembre, non mancano considerazioni sull'anno che verrà, e quello che si sta concludendo. A partire dalle fibrillazioni che hanno portato alla chiusura anticipata della Legislatura, e alle elezioni dell'8 dicembre.

“Una prova importante di partecipazione”, le ha definite la Reggenza; pur invitando a riflettere sul dato dell'astensionismo. Da qui la richiesta di senso di responsabilità ed equilibrio, alla politica. Governare il Paese, specie in momenti di difficoltà, implica – sottolineano i Capitani Reggenti – massima attenzione alla coesione e alle fasce più vulnerabili della Comunità. Sfide che attendono, in particolare, l'Esecutivo, che a breve si insedierà. E poi un richiamo all'identità, con un appello a valorizzare quanto da sempre unisce il Paese: il senso di appartenenza, la fiducia nelle potenzialità della Repubblica. E' ai giovani, allora, che va il pensiero della Reggenza, con la necessità di prospettare un adeguato modello di sviluppo e mettere a frutto competenze, professionalità e qualificazioni. Massima attenzione anche a chi si trova in condizioni di fragilità e debolezza. Un plauso, dunque, all'opera – definita impareggiabile – svolta dalle numerose associazioni di volontariato, a sostegno delle persone in difficoltà; integrando in tal modo i servizi offerti dall'Istituto Sicurezza Sociale, messi a dura prova dalla crisi. Tutto ciò a testimonianza del patrimonio valoriale della Comunità. Un esempio – rimarcano i Capitani Reggenti - per chi ricopre incarichi istituzionali, affinché si riduca la distanza tra i cittadini e la politica e si utilizzi un linguaggio rispettoso per l'avversario. Nel messaggio di fine anno, poi, la necessità per il Paese di una sempre maggiore promozione della Pace e dei diritti umani. Rilevante, in ambito internazionale, anche la sfida ambientale. L'auspicio della Reggenza è che la collettività possa portare avanti con fierezza un percorso sempre più virtuoso, sorretta da solidi valori morali e profondo attaccamento al Paese. 

Nel video il Messaggio dei Capitani Reggenti per il nuovo anno



Riproduzione riservata ©