Logo San Marino RTV

Dal governo italiano misure extra per aiutare le zone colpite da coronavirus

Stop alle bollette per un semestre e anche alle rate assicurative. Precipita il turismo, disdette negli alberghi dal 70 al 90% dei casi

di Francesca Biliotti
28 feb 2020
Dal governo italiano misure extra per aiutare le zone colpite da coronavirus
Dal governo italiano misure extra per aiutare le zone colpite da coronavirus

Per sei mesi bollette sospese di luce, gas, acqua e fors'anche rifiuti. Stop anche alle rate di assicurazioni fino al 31 luglio. Sono alcuni dei provvedimenti contenuti nella bozza di decreto che il governo vuole varare in favore delle cosiddette zone rosse. Il decreto stabilisce anche un accesso al Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese gratuito.

Anche il settore turistico non se la sta passando meglio, e saranno studiate misure ad hoc: secondo quanto riportato dal ministro Franceschini, i dati alberghieri forniti parlano di hotel e altre strutture ricettive disdette per il 70 fino ad un massimo del 90% dei casi. Si pensa, anche qui, ad una dilazione dei pagamenti. “Il tema della ripresa della normalità è cruciale – conferma anche il viceministro dell'Economia Misiani – perché l'impatto economico investe interi settori, e servirà un intervento di grande portata”.

Per questo, cambia anche il modo di fornire le notizie sull'emergenza sanitaria: la Protezione Civile parlerà alla stampa una sola volta al giorno anziché due, così come verranno comunicati solo i casi gravi colpiti da coronavirus e non anche dei pazienti asintomatici, o di quelli che volontariamente si mettono in quarantena perché hanno avuto contatti coi contagiati. “

Basta paure irrazionali – è il monito anche del presidente della Repubblica Mattarella, che a Napoli ha incontrato il presidente francese Macron – La conoscenza – ha aggiunto – aiuta la responsabilità e costituisce un forte antidoto a paure irrazionali e immotivate che inducono a comportamenti senza ragione e beneficio”. Anche Luigi Di Maio, che in prima persona ha chiesto ai giornalisti della Stampa Estera di informare correttamente senza allarmismi, ha chiesto alla Lega di smetterla di fare “campagne elettorali sul coronavirus”.

E a proposito di campagne elettorali, domenica 1 marzo si vota alle elezioni suppletive: a Roma 150mila elettori chiamati alle urne per sostituire Paolo Gentiloni, che ha lasciato vacante il seggio di Roma Centro alla Camera dei Deputati, per andare in Europa. Ma il primo nemico di queste consultazioni, si teme, sarà proprio l'astensionismo da coronavirus.