Logo San Marino RTV

Figli minorenni: per le foto sui social occorre il consenso di entrambi i genitori. Tutti i casi particolari

11 nov 2019
Foto @ang
Foto @ang

Secondo la normativa italiana serve il consenso di entrambi i genitori per autorizzare la pubblicazione online delle foto dei figli minorenni. La mancata accettazione della madre o del padre rende illegittima la diffusione sui profili social delle immagini , dato che va a ledere il diritto della privacy dei minori. Questo vale anche se padre e madre sono separati e se i figli sono in regime di affido condiviso. La pubblicazione può essere punita non solo con l'ordine del giudice di rimuovere i contenuti, ma anche con il risarcimento del danno

Fioccano però, in un mondo sempre più social, i casi particolari in cui la legge viene chiamata ad esprimersi. È recente il caso giudiziario a Ravenna, ripreso dal Sole 24 ore, in cui un padre separato chiedeva alla moglie il risarcimento danni e la rimozione di un video relativo alla sfilata in costume da bagno della figlia di tre anni. Il giudice, notando la presenza del padre nel filmato, non ha potuto concedergli il risarcimento danni, dato che non si è opposto alla partecipazione della figlia nel momento delle riprese. Per il giudice quindi l'uomo sarebbe dovuto intervenire per tutelare la bambina.

Un altro caso, discusso ad Ancona nel febbraio 2018, riguarda la pubblicazione delle foto di un figlio minorenne giocatore di calcio all'interno dell'album di figurine. La pubblicazione senza permesso, anche se ripresa da un evento pubblico, viola il diritto d'autore, che tutela la non esposizione della foto senza consenso. 

In una sentenza del Tribunale di Rieti invece è stato stato stabilito che una nuova compagna del padre non può pubblicare foto sui social dei suoi figli senza il consenso di entrambi, madre naturale compresa. La tardata rimozione delle foto, in un'ordinanza del 7 marzo 2019, è stata punita con il pagamento di 50 euro per ogni giorno di ritardo da versare sul conto del minore.

A Pistoia, a luglio 2018, è stato stabilito che il padre che si sta separando non può mettere sui social foto della figlia minorenne per sfogarsi, dato che questi comportamenti tendono a creare dei disagi. Ogni condotta di esposizione mediatica dei bambini può essere valutata dal giudice ai fini della decisione sul regime di affidamento dei figli, oltre ad essere adeguatamente sanzionata.