Logo San Marino RTV

World Mosquito Day

Oggi giorno mondiale della zanzara

di Stefano Coveri
20 ago 2019
World Mosquito Day

..e la festeggiamo pure! Ho commentato così appena letto sul calendario delle giornate mondiali, cosa si festeggiava oggi. Vi ho anche già postato uno dei tanti articoli che oggi appunto parlano delle zanzare.

Devo ammettere che basta la parola"zanzara" per sentirne il fastidio, anche perché ultimamente hanno preso a pungere anche me, cosa che fino a poco tempo fa, non accadeva.

In Italia vivono diverse specie di zanzare come la aedes albopictus, nota come zanzara tigre e culex pipiens, la zanzara comune, e di specie esotiche, quali anopheles stephensi e aedes aegypti...oltre ad una nuova specie, piccolissime, delle quali non ho trovato il nome( nuovo tipo arrivata di recente). M perché ci pungono? La ragione per cui qualcuno è scelto come «vittima» sta nel sangue, ma non per la sua dolcezza. Questi insetti hanno una predilezione per un certo gruppo sanguigno e anche per acido lattico e CO2.

Le zanzare preferiscono il sangue del gruppo «0». E per scoprire il gruppo sanguigno di una potenziale vittima, usano un ingegnoso trucchetto: l’85 per cento delle persone rilascia attraverso la pelle un segnale chimico che comunica il proprio gruppo sanguigno e le zanzare riescono a captarlo. Inoltre, le zanzare sembrano preferire le persone in sovrappeso, le donne incinte e coloro che fanno attività fisica. Questo perché la traccia per eccellenza seguita dalle zanzare è l’anidride carbonica che il nostro organismo produce, attraverso la respirazione e la traspirazione. Grazie ad alcuni recettori presenti nelle mascelle, questi insetti riescono ad identificare la presenza di anidride carbonica emessa da qualcuno che si trova fino a 50 metri di distanza. Ne consegue che i soggetti che producono CO2 in maggiore quantità saranno i bersagli ideali. Coloro che fanno attività fisica, invece, producono acido lattico di cui le zanzare vanno pazze.

Inoltre le zanzare sono attirate anche da coloro che consumano alcolici e non sopportano quelli che hanno mangiato aglio. In effetti, questi insetti, oltre all’anidride carbonica e all'acido lattico che si forma nei muscoli dopo un’intensa attività fisica, percepiscono anche l’odore dell’acido urico, dell’ammoniaca e di altre sostanze che espelliamo attraverso il sudore. È proprio quest’ultimo ad essere un altro fattore predisponente alle punture di zanzara. Ne consegue che le persone che tendono a sudare maggiormente, hanno proporzionalmente una maggiore probabilità di essere morse. Siccome il sudore, e quindi conseguentemente il nostro odore, viene influenzato da ciò che mangiamo e beviamo, l’assunzione di alcool, con particolare riferimento alla birra, tende a modificare gli odori che i soggetti emanano, aumentando in maniera significativa la probabilità di divenire attraenti prede per questi fastidiosi insetti. Si è scoperto, infatti, che dopo avere bevuto una classica lattina da 33 centilitri si aumentino le probabilità di essere punti. Diversamente, particolari alimenti con elevate concentrazioni di vitamine del gruppo B e di vitamina C, come l’aglio, hanno anch’essi la capacità di alterare il nostro odore corporeo ed il nostro sudore, rendendoci però meno invitanti.

Però non tutte sono da "schiacciare", passatemi il termine e vi spiego il motivo: Non tutti sanno che le zanzare sono utili per l'impollinazione; le uniche che pungono sono le femmine fecondate che sono in cerca di nutrimento per far maturare le uova. Le altre e i maschi si nutrono di nettare dei fiori e della linfa degli alberi che portano "in giro" ed è per questo che sono insetti impollinatori, in particolare, nelle piantagioni di cacao, rivestono un ruolo davvero importante....pertanto eliminandole, da quelle parti, vorrebbe significare non avere più cioccolato.( con questo hanno guadagnato un punto in più).

Curiosità: Ma c’è invece una cosa che possiamo fare: evitare di vestirci di nero perché le zanzare adorano questo colore. Così come prediligono; le uniche a pungere sono le femmine fecondate che sono in cerca di nutrimento il rosso, il grigio e il blu. Se si è quindi stanchi di essere vittime, allora è possibile fare qualcosa optando per colori come il verde e il giallo.

Altri piccoli accorgimenti utili:

- Applicare zanzariere a finestre e porte.

- In ambienti chiusi è consigliabile l'utilizzo dei fornelletti a piastrina o a ricarica liquida e devono essere accesi sempre a finestre aperte.

- E' bene usare zampironi e candele alla citronella solo all’aperto per evitare i fumi tossici. Inoltre, in ambienti come giardini o terrazzi è opportuno indossare indumenti a maniche lunghe e pantaloni.

- Quando si usano i prodotti insetto-repellenti da applicare sul corpo è necessario leggere attentamente le etichette riportate sulla confezione.

- L'uso di un prodotto con una concentrazione di principio attivo insetto-repellente al di sotto del 20% è sufficiente per le nostre latitudini. mentre quelli con principio attivo superiore al 30% vanno usati solo nei Paesi a rischio.

- Non utilizzare prodotti insetto-repellenti nei bambini sotto i 2 anni di età. Dai 2 ai 12 anni scegliere accuratamente i principi attivi e limitarsi ad utilizzare una concentrazione del 10% senza superare le 2 applicazioni al giorno e fare in modo che a spalmarle sia sempre un adulto. Dai 12 anni in su nelle nostre latitudini prodotti inferiori al 20% di principio attivo proteggono anche fino a 6 ore.

- Non applicare prodotti insetto-repellenti su tagli, pelle irritata o precedenti punture di zanzara.

E comunque...zzzzzzzzzzzz 

- Lavarsi accuratamente le mani dopo le applicazioni.

Altri suggerimenti utili: