Logo San Marino RTV

Eurolega, Milano cade ancora: la Stella Rossa domina al Forum

Falcidiata dalle assenze - ko pure Nedovic - la squadra di Messina cede 77-67 e perde per la terza volta di fila.

di Riccardo Marchetti
6 dic 2019
Eurolega, Milano cade ancora: la Stella Rossa domina al Forum

Milano prosegue col suo ritorno sulla terra e dopo il tracollo del Pireo arriva il 67-77 contro la Stella Rossa, rilanciata dall'arrivo in panca di Sakota e dominante al Forum per il suo terzo successo in fila. Striscia opposta a quella dell'Olimpia, staccata da Maccabi e CSKA e ora sesta col Panathinaikos, che però stasera può allungare. Ad avvicinare la Stella ai playoff sono i soliti noti: 17 punti di Baron e 21+7 assist di un fantastico Lorenzo Brown, capace, nonostante la stazza non eccezionale, di un 7/8 da due. Bene anche l'altro Brown, Derrick, sempre prezioso e presente nei momenti che contano. I tre sono gli unici del roster ospite a valicare la doppia cifra, cosa che sul fronte meneghino riesce solo a un Rodriguez da 14 punti.

L'Olimpia incassa e allunga la lista degli infortunati, fattore non secondario in questa mini crisi europea: dopo Gudaitis – 4 sconfitte su 5 senza di lui - e Micov si ferma anche Nedovic, ko nel primo tempo per un problema muscolare che, a detta di Messina, rischia di lasciarlo fuori parecchio. Altro dato della serata è l'inversione di ruoli nel tiro oltre l'arco: Milano, tra le migliori della lega, fa solo 7/30, la Stella Rossa, che in questa classifica è tra le ultime, sfiora il 50%. In avvio l'Olimpia fa addirittura 0/8 ed è sempre a inseguire, nel secondo quarto invece la mira si aggiusta e arriva il sorpasso. Un fuoco fatuo cancellato dal terzo quarto da lode dei serbi, che tolgono fluidità al gioco milanese con una difesa asfissiante e in attacco producono un 14-2 che li porta a +10. E qui di fatto finisce, perché l'Olimpia, più che tornare a -4 col bis dall'arco di Rodriguez e Roll, non riesce a fare. Il colpo di grazia arriva, ovviamente, dai Brown: Lorenzo infila il +8 a 36” dalla sirena, di là White manca la tripla e sul ribaltamento Derrick va a prendersi i liberi del definitivo +10.