Logo San Marino RTV

Il calcio sammarinese si prepara per un nuovo inizio

di Roberto Chiesa
2 giu 2020

La ripartenza, oggi, è molto più che un'idea. E l'ipotesi discussa nella riunione di ieri sera tra club e associazioni affiliate alla FSGC. A riaprire un discorso che pareva definitivamente chiuso in tempo di lock down, il Decreto Legge del 31 maggio che prevede una possibile deroga alla sospensione di eventi e competizioni sportive a partire dal 15 giugno. Il tempo non è molto, ma è sufficiente nel caso di effettiva concessione della deroga, perchè la parola torni al campo. Seppure con qualche necessario accorgimento, quale ad esempio, l'annullamento delle sei giornate rimanenti della Seconda Fase. Sarebbero dunque le prime sei squadre classificate nel Q1 e le prime due del Q2 a ripartire da una post season ricalibrata su gare uniche. Prima ancora sarà necessario uno spareggio tra Pennarossa e Domagnano per inviduare la seconda classificata del Q2. Ritornerebbe anche la Coppa Titano con la novità della partita secca già dalle semifinali. Stimolante anche la novità tecnica, sulla base della deroga al regolamento concessa in questo particolare periodo, con gli allenatori che avrebbero a disposizione cinque sostituzioni da spendere nell’arco dei tempi regolamenti, più un ulteriore cambio in caso di tempi supplementari. L’ultima parola in merito spetterà comunque alla Segreteria di Stato allo Sport e all’eventuale deroga che vorrà concedere per la ripresa dell’attività calcistica in territorio. Tutto questo mentre la Uefa procrastina il termine per la presentazione delle liste dei giocatori impegnati nelle competizioni europee, non più il 20 luglio, ma sicuramente nel mese di agosto. Slittamento a questo punto atteso anche per l’inizio delle coppe europee: la decisione arriverà dall'Esecutivo del prossimo 17 giugno.